Skip to content Skip to footer

PASTA FRESCA

Si parla di pasta fatta a mano già durante l’Impero Romano grazie alla coltivazione del grano.

La storia della pasta fresca ha origine con i Greci e gli Etruschi che praticavano intrugli con cereali pestati mischiati con acqua, creando così fogli di pasta, il termine esatto del foglio è “laganon”, questo lo tagliavano a strisce e componevano quella che oggi chiamiamo lasagna.

Il primo documento scritto in cui si menziona la pasta è nel “de Re coquinaria libri” di Apicio, in cui descrive la lasagna come primo piatto creato.

Anno dopo anno, generazione dopo generazione, la lavorazione del grano, la macinatura, l’impasto e la cottura hanno avuto delle migliorie.

Infatti, tra il 200 d.C. e l’anno 1000 d.C. in Sicilia nascono i maccheroni, a base di farina sottoforma di fili. Gli attuali vermicelli di Tria, dall’arabo “Itriyah”, proprio perché fu questo popolo che durante l’invasione portò questo tipo di pasta sull’Isola.

In seguito, si diffuse in varie regioni d’Italia, soprattutto dove il clima secco e ventilato permetteva una perfetta essiccazione.

A causa della carestia la pasta sostituì l’uso del pane e della carne e caso volle che nello stesso periodo nascesse la salsa di pomodoro che diventò il condimento principale della pasta.

La pasta fresca rappresenta il fiore all’occhiello della gastronomia italiana.

Il clima, come abbiamo accennato, permetteva una perfetta essiccazione, infatti, questo ha influito molto sulle tipologie di grano che sono nate.

Dove c’era clima caldo prosperava il grano duro, mentre più a nord d’Italia troviamo il grano tenero. Proprio per questa differenza, la storia ha assistito alla diffusione di due tipi di pasta.

Vediamo insieme tutti i tipi di pasta e dove si sviluppano:

  • A nord Italia sono nati i ravioli, gli agnolotti, i pizzoccheri, i bigoli e i blecs, ecc.
  • Al centro Italia invece ci sono le tagliatelle, i tortellini, i pici, i cappelletti, le trofie, ecc.
  • Al sud abbiamo i cavatelli, i paccheri, le orecchiette, i maccarones de Busa, gli stranguglia previeti, le businte, le bucce di mandorla, ecc.

Tra questi tipi di pasta c’è quella che si prepara col grano saraceno, grano duro, pasta di mais, grano tenero, ecc.

Fatto sta che ogni tipo di pasta è diverso dall’altro, infatti abbiamo la pasta corta, lunga, liscia, rigata, ripiena, schiacciata, cavata e così via, ognuna di questa ha il proprio condimento da cui nascono i piatti tipici dei vari territori.

Ad esempio, i tortellini alla bolognese, gli spaghetti alla carbonara, le trofie col pesto genovese, gli scialatielli con i frutti di mare Campani, i bucatini alla matriciana, le orecchiette alle cime di rapa ecc.

Qua è il tuo piatto di pasta preferito? Scrivilo nei commenti!

Ristorante Pizzeria Odissea – Via della Costituente, 140 – Torremaggiore (Fg)  0882.381064
Ristorante Pizzeria Odissea - Via della Costituente, 140 - Torremaggiore (Fg)
× Contattaci!